Discussions    |    Log in    |    Sign up    |    acsearch.info Language  



Advanced Search | Search Manual


View:

with frames
without frames

Language:

English
German
French
Italian
Spanish
Others

Results sort by *:



Auction house / Dealer:

   x

* If you search for a certain auction, the results are sorted by the lot number.

** If you search for a certain auction, the search engine chooses the lot number over the search term. If you do not enter a lot number, the search engine uses the search term. To search for a complete auction, do not enter any lot number or search term.

Direct URL:



Record

Source

Discussions (0)
ID: 56323







Source

Numismatica Ars Classica NAC AG

Auction Auction 37 (17.02.2007)
Lot 1069  ( «  |  » )
Estimate 3000 EUR
Price 2600 EUR (~3414 USD)

Show the 25 most similar records  |  Bookmark

Share:    |   

Description

Importante Collezione di Medaglie Auree dei Pontefici da Sisto V a Giovanni Paolo II
Benedetto XV (Giacomo della Chiesa di Genova Pegli, 1914-22)

No.: 1069
Estimate: EUR 3000.-
d=47 mm

Medaglia anno III. AV 59,01 g. – ø 44 mm. BENEDICTVS·XV· PONT·MAX·A·III Busto del pontefice a d. con zucchetto, mozzetta e stola legata sul petto e ricamata con una cornice sulla quale è scritto PAX e motivi floreali a rabesco; sulla spalla BIANCHI. Rv. NOVO·ECCLESIAE·LEGVM CODICE·PVBLICATO Il Papa in piedi davanti al trono ha in mano un esemplare del codice; a s. una guardia nobile; intorno vari prelati, il cardinale Segretario di Stato, una suora ed una madre con un bambino inginocchiati. R.Z 876. Bartolotti E 917 pag. 344. Modesti-Cusumano Pio X e Benedetto XV nella medaglia 178 pag. 137.
Molto rara. q.Fdc

Autore: Francesco Bianchi; anno di emissione 1917. La medaglia celebra "la più vasta collezione legislativa che si sia avuta nel grembo della chiesa cattolica" ed uno dei più grandi atti della storia giuridica universale: la promulgazione del Codice di Diritto Canonico avvenuta il 27 maggio 1917 con la costituzione Providentissima Mater Ecclesia. (cfr. Osservatore Romano, 26-VI-1917) Già nel 1904 Pio X aveva annunciato che i lavori per la stesura di questa opera colossale, di cui si sentiva assolutamente la necessità, si stavano avviando a concreta soluzione. ("Motu proprio" Arduum Sane Munus). Dopo la morte di Pio X, nonostante i tempi calamitosi, Benedetto XV continuò lo studio per la ultimazione dell’opera e nel concistoro del 6 dicembre 1918 poteva dichiarare che il Codice di Diritto Canonico era ormai felicemente compiuto. Con umiltà aggiungeva che il Codice avrebbe preso il nome del suo predecessore al quale era da attribuirsi il merito della realizzazione e non dimenticava espressioni di riconoscenza verso il card.Gasparri, infaticabile animatore dell’opera. (dal Bartolotti)